S. Pasqua 2022

Ebbene sì, c’è un bene più grande che liquida il male del mondo: “ci sono due cose che gli uomini possono fare, davanti allo strazio della disunione. Possono amare e possono odiare. L’odio arretra di fronte al sacrificio e alla sofferenza che sono il prezzo da pagare per aggiustare le ossa rotte dell’armonia. Rifiuta il dolore della riunificazione. Identifica l’angoscia con gli altri esseri umani, la cui presenza ci provoca angoscia ricordandoci la nostra disunione. L’odio cerca di curare la disunione annientando coloro che non sono uniti a noi. Cerca la pace eliminando tutti, tranne noi stessi.

L’amore, però, comincia a guarire tutte le ferite. E principalmente nella sofferenza e nel sacrificio richiesto agli uomini per vivere insieme in pace e armonia, che l’amore giunge a perfezione in noi. Perché il cristianesimo non è soltanto una dottrina o un sistema di credenze: è Cristo che vive in noi. E unisce gli esseri umani gli uni agli altri nella sua stessa Vita è e unità”.

Thomas Merton

 

Questo con altre parole è il messaggio che ci ha lasciato il Vescovo Roberto nel primo incontro con la comunità, anticipo del messaggio pasquale.

Resurrexit sicut dixit! Alleluia!! 

La Madre e la comunità di Valserena