Martiri di Tibhirine (m)

Dall’ Omelia di P. Padre Christian de Chergé per il 28 maggio 1992

 

Un compimento: il ciclo della Redenzione raggiunge il suo compimento. Un inizio: si svela il motivo dell’Incarnazione. La natura umana trova posto nella comunione trinitaria al di là del velo della sua condizione terrena. Lasciamoci trascinare da questo grande fiume della Vita “Avviciniamoci con cuore retto, e nella pienezza della fede”.

Tre dimensioni, due movimenti, un orizzonte unico.

1. La triplice dimensione dell’uomo.

Lo si era deposto nel sepolcro. Imputridiva nella polvere, identificato al serpente. “Il mio ventre aderisce alla terra” . Rialzati. Alzati, mia colomba, mia bella! L’uomo è stato creato eretto, lo abbiamo dimenticato. Non per esser deposto un giorno nella polvere, ma per rimanere eretto. Di fatto Gesù è morto in piedi, e la discesa agli inferi fa parte di questa verticale. Così elevato da terra attira tutto a sé. L’eucaristia adotta questa configurazione spaziale: “Eleviamo i nostri cuori!” Lunghezza larghezza, altezza profondità..

2. Un doppio movimento

Il Cristo in elevazione, più alto di tutti gli universi, più alto dei cieli.

Il Cristo in estensione, in espansione fino all’estremità della terra.

Un doppio movimento che rivela la croce così come essa preesiste nel cuore di Dio, nel cuore del Cristo, dove vibrava un doppio slancio: gettare il fuoco sulla terra e andare verso il Padre. Rivolto verso il Padre e consegnato alla moltitudine. Divaricazione di un’orizzontale e di una verticale che comunicano al Cuore, a Gerusalemme.

3. Un solo Orizzonte, una sola Missione. Quello della COMUNIONE in Dio e tra tutti. Missione d fecondare la terra…là dove terra e cielo si raggiungono. Amore di Dio e amore degli uomini fatti per congiungersi. Missione dello spirito, missione dell’uomo. L’amore solo è FECONDO. Fecondare la terra fecondandosi l’un l’altro. L’amore di Dio per l’uomo ha generato l’uomo nella Gloria di Do. L’amore dell’uomo per Dio può generare Dio nel cuore dell’uomo. La fecondità della chiesa non dipende in primo luogo dalla sua Fede, ma dal suo Amore: “Andate, AMATE, di tutte le nazioni fate dei discepoli dell’Amore”. Ovunque ci si ami di più c’è elevazione, Ascensione, presenza dello Spirito, germe di comunione dei santi. Ogni anima che si eleva eleva il mondo.

Scarica